sabato 20 agosto 2011

Bon Iver ed altre cose

Si fa un gran parlare di questo ragazzo barbuto. Ha appena pubblicato il secondo disco, dopo che il suo primo era stato il classico "caso editoriale". Non riesco a capire se mi piace o no.


C'è chi dice sia un genio, chi dice sia fra le migliori robe degli ultimi anni. Non so. Sarà la voce, che è sì straordinaria ma non proprio nelle mie corde. Boh. Aspettiamo. Come una boccia di vino che si apre oggi e non dice un gran che, ma poi lasciata lì qualche giorno all'aria poi ci rimetti il naso e comincia a parlare.
A proposito. Ho le prime bottiglie di Metodo Classico La Distesa. Sboccatura fatta da quindici giorni. Annata 2004, circa sette anni sui lieviti, cento per cento Verdicchio. A parte una bolla spessa che se la vede un produttore di Champagne ride per un mese di seguito, son contento. Ancora non ci sono nome ed etichetta, ma il tutto verrà definito a breve. Il fatto è che non facendo più fiere a chi lo faccio assaggiare?

4 commenti:

Bibbo ha detto...

Lo potevi far assaggiare a me e mia moglie giovedì! Mannaggia! :-)

Carolina l'enologa ha detto...

beh se me ne mandi una bozza io non disdegno l'assaggio eh! :)

Michele Pavan ha detto...

Mannaggia, son curioso di assaggiarlo pure io! quando sarà in vendita (e a quanto)?

ciaooo!
Michele.

Gabriele Ferrari ha detto...

Mi accodo alla lista dei curiosi...
Ciao!